Category "News"

Inutile nasconderlo: il fenomeno delle separazioni è in aumento, soprattutto in Lombardia. La separazione fra coniugi, al di là delle motivazioni personali, è un fatto che può generare situazioni
anche fortemente problematiche e di nuova povertà. Ecco perché ho ritenuto importante farmi
promotore di un’iniziativa di legge su questo tema. Troppo spesso dimenticato e di cui si parla ancora poco. Finalità della proposta di legge di cui sono stato primo firmatario è quella di aiutare con una serie di misure economiche e di servizi (mediazione familiare, accesso a unità abitative, consulenza legale, ecc.) i coniugi e i genitori separati. Persone che si trovano in una situazione di grave difficoltà economica, alle quali serve un appoggio per sostenere le spese dei bisogni primari.

Scarica il progetto di legge n. 89

 

 

 

Il Partito Democratico si sta preparando all’appuntamento elettorale con un grande impegno sul territorio e con un importante dibattito.
Anche in provincia di Bergamo, in attesa della definizione ufficiale delle liste per le elezioni politiche e per le elezioni regionali, le ultime settimane sono state molto intense.
Tra novembre e dicembre oltre 40.000 bergamaschi hanno infatti partecipato alle primarie per la scelta del candidato premier che hanno poi incoronato Pierluigi Bersani: un risultato di partecipazione sorprendente, superiore ad ogni previsione e che ha gratificato il grande sforzo profuso dagli oltre 1.000 volontari che in tutta la provincia hanno reso possibile questa grande festa democratica.
E nel volgere di pochi giorni il “popolo democratico” è stato chiamato nuovamente ad esprimersi: il 15 dicembre per la scelta del candidato presidente della Regione, una novità assoluta per la Lombardia e che, nonostante le avverse condizioni climatiche, si sono concluse con un successo di partecipazione: oltre 11.000 bergamaschi hanno infatti partecipato all’elezione che ha poi sancito l’affermazione di Umberto Ambrosoli.
Ed infine, le consultazioni per la scelta dei candidati al parlamento, una sfida “ai limiti dell’impossibile” che il 29 dicembre ha visto nuovamente oltre 10.000 bergamaschi desiderosi di esprimere la propria opinione sulla scelta dei futuri parlamentari democratici; l’ennesimo segnale che lanciamo, insieme agli elettori, per dire con forza che la legge elettorale deve essere assolutamente cambiata.

Un ringraziamento a tutti i cittadini che, venendo a votare a volte anche con la neve, hanno accolto il nostro invito a tornare ad essere protagonisti diretti e hanno trasformato in un successo queste nostre primarie.
E nel volgere di pochi giorni il “popolo democratico” è stato chiamato nuovamente ad esprimersi: il 15 dicembre per la scelta del candidato presidente della Regione, una novità assoluta per la Lombardia e che, nonostante le avverse condizioni climatiche, si sono concluse con un successo di partecipazione: oltre 11.000 bergamaschi hanno infatti partecipato all’elezione che ha poi sancito l’affermazione di Umberto Ambrosoli.
Ed infine, le consultazioni per la scelta dei candidati al parlamento, una sfida “ai limiti dell’impossibile” che il 29 dicembre ha visto nuovamente oltre 10.000 bergamaschi desiderosi di esprimere la propria opinione sulla scelta dei futuri parlamentari democratici; l’ennesimo segnale che lanciamo, insieme agli elettori, per dire con forza che la legge elettorale deve essere assolutamente cambiata.

Un ringraziamento a tutti i cittadini che, venendo a votare a volte anche con la neve, hanno accolto il nostro invito a tornare ad essere protagonisti diretti e hanno trasformato in un successo queste nostre primarie.

Dopo molte attese si è finalmente giunti al trasloco dell’Ospedale di Bergamo nella nuova struttura.
Un trasferimento necessario per tutta la comunità bergamasca, ma quante difficoltà!
Sono ancora molti i problemi che sussistono presso la nuova struttura, che richiederanno più difficoltà e pazienza al personale sanitario, personale sanitario, ai pazienti e ai preziosissimi volontari che stanno prestando la loro opera; e tutto questo a causa di un progetto che non è stato curato come dovuto, e che ha vissuto numerose traversìe, ritardi, lungaggini e complicazioni, per non dimenticare i contenziosi aperti tra le varie società che hanno lavorato alla realizzazione dell’opera.
E che dire dei costi, di gran lunga lievitati rispetto a quanto inizialmente previsto?
Questa è la più importante opera pubblica realizzata in provincia di Bergamo negli ultimi decenni, e una provincia importante come Bergamo penso meritasse e meriti maggiore attenzione e competenza per utilizzare al meglio le risorse pubbliche disponibili.

Tra poche settimane in Lombardia saremo chiamati a votare per il rinnovo del Consiglio Regionale.
Mai come in questo momento si sente il bisogno di chiudere un’epoca e aprire una fase nuova per la nostra Regione: più sana, pulita, capace di ritornare a valori etici condivisi, dove la politica sia a servizio dei cittadini.
Nei miei 30 mesi di lavoro in Consiglio Regionale ho tenacemente rivolto l’impegno non solo a puntualizzare i problemi sempre più evidenti all’interno del “pirellone”, ma ho affiancato una intensa attività propositiva e legislativa.
Perché protestare non basta. Bisogna tracciare progetti e gestirli.
Parto proprio dalla consapevolezza di quanto ho personalmente svolto e che ho sintetizzato nel rendiconto di mandato che trovate nel sito.
Molto è stato fatto: ma ancora di più c’è da fare e completare.
Con il vostro sostegno possiamo aprire una stagione nuova.

@ 2018 Mario Barboni - Tutti i diritti riservati.