Programma

Sanità e Sociale


La buona sanità vicina al territorio e alla gente: questo è il modello di sistema sanitario in cui credo.
In questi anni ho avanzato molte proposte di miglioramento dell’intero sistema regionale; dobbiamo migliorare la qualità del servizio e ridurre liste d’attesa e ticket, attraverso innovazione, ricerca e una riorganizzazione razionale e strategica della sanità.

I soggetti più deboli, quali i disabili e gli anziani, devono essere al centro delle nostre politiche.
Occorre realizzare nuovi interventi per riattivare una seria medicina di territorio, per migliorare i servizi domiciliari, di integrazione sociale e lavorativa e per sostenere i progetti di vita indipendente e del “dopo di noi”.

 

Lavoro


La Lombardia è tra le regioni più manifatturiere ed industrializzate d’Europa; per mantenere ed aumentare i risultati raggiunti occorre investire nei prossimi anni nella ricerca, nella tecnologia e soprattutto nella formazione. Dobbiamo aumentare le risorse per la formazione specialistica dei giovani, realizzando spazi a disposizione dei neolaureati con opportunità anche per le piccole imprese di fare ricerca avanzata e migliorando la dote scuola, implementandola con tirocini ed apprendistato.

E’ necessario incrementare i finanziamenti per migliorare le dotazioni tecnologiche delle imprese, per ridurre i tempi di accesso dei giovani alle aziende e per sostenere le start-up promosse da giovani e da donne. 

 

Territorio


Minor consumo di suolo, uso razionale delle risorse naturali e rispetto per l’ambiente sono le linee guida della nostra azione in Regione. La pianura bergamasca è stata interessata dalla realizzazione di importanti infrastrutture; ora è necessario mitigarne gli impatti ambientali e garantire la qualità della vita dei cittadini.

Mi sono impegnato a reperire finanziamenti per i territori montani: sono riuscito a far destinare ulteriori fondi pari a 6 milioni di euro per progetti di sviluppo che favoriranno la permanenza sul territorio delle genti di montagna. Allo stesso tempo occorre migliorare la viabilità, il trasporto pubblico, mantenere e favorire l’insediamento di piccole e medie aziende di produzioni specializzate investendo su reti di banda larga ed extra larga utilizzando i proventi delle accise sui canoni idrici oggi utilizzati diversamente. 

@ 2018 Mario Barboni - Tutti i diritti riservati.